5 cose da fare all’Isola d’Elba, tra attività ed escursioni

Quali sono 5 cose da fare (e da non perdere assolutamente) all’Isola d’Elba? Per chi sta valutando un viaggio in questa splendida località, le attività non mancano di certo, così come i luoghi storici: Napoleone fu inviato proprio qui in esilio, e pertanto è possibile farsi conquistare dal suo passato affascinante. Ma nella nostra lista non potevano mancare le Terme di San Giovanni e le sue spiagge più belle.

Andare alle Terme di San Giovanni

Una piccola gemma preziosa: le Terme di San Giovanni sono ideali in cui rilassarsi, staccare la spina e dimenticare totalmente lo stress. Dal 1963 ad oggi, lo stabilimento delle terme è diventato un importante punto di riferimento, meta dei turisti e anche degli abitanti isolani. Il parco si affaccia sul mare e le sue terme hanno un potenziale terapeutico da non sottovalutare.

Tra l’altro, all’interno dello stabilimento, è presente anche un centro benessere, oltre che un Centro di Fisiochinesiterapia e Riabilitazione. Non solo una vacanza rilassante, dunque, ma si ha l’occasione di fare delle cure inalatorie, dei bagni o fanghi e tanto altro. Le Terme di San Giovanni non hanno un costo eccessivo e permettono davvero di ritrovare il proprio benessere.

Scoprire le spiagge più belle dell’Isola d’Elba

Se c’è un aspetto dell’Isola d’Elba che conquista i turisti, è indubbiamente l’offerta delle spiagge: il suo mare è incredibile, cristallino e pulito. Risulta balneabile anche per gli sport acquatici, e dunque è un’occasione da non sprecare per gli amanti del surf o dello snorkeling. Tra le spiagge più grandi dell’Elba, vi suggeriamo assolutamente di appuntarvi la Lacona.

Sabbia dorata e acqua chiara, dal fondale inizialmente basso, e dunque adatta ai bambini. Con maschera e boccaglio, è possibile osservare il suo fondale pulito e rimanere incantati dai colori incredibili che solo la natura sa regalare. Non perdetevi neppure la Spiaggia della Biodola, la Spiaggia di Fetovaia e la Spiaggia di Sant’Andrea. In ogni caso, sono attrezzate e pronte a rispondere a ogni esigenza. Insomma, rientra tra le destinazioni perfette per un weekend di mare (anche a inizio stagione).

Andare alla Fortezza Pisana

La Fortezza Pisana si trova nella località di Marciana, proprio dove possiamo trovare anche la cabinovia per le escursioni. Le sue mura dominano e quasi vegliano sull’Isola. Tra l’altro, si può raggiungere comodamente a piedi, mediante le scalinate che iniziano dal borgo marittimo.

Dal 2013, è possibile visitare il Museo della Fortezza, in cui sono presenti anche dei reperti archeologici risalenti al Medioevo e al Rinascimento. Nei dintorni della fortezza, in estate si organizzano molti eventi: spettacoli musicali, incontri culturali e tanto altro.

Marciana rientra in ogni caso tra le zone migliori in cui soggiornare all’Elba, così come Portoferraio. Pianificare una vacanza può essere semplice, soprattutto se scegliete di valutare qui le offerte migliori per l’Isola d’Elba, dove avrete la possibilità di sfogliare un catalogo molto ben nutrito, tra hotel, appartamenti e ville.

Le escursioni migliori all’Isola d’Elba

L’Elba non è solo ottima per fare una vacanza al mare. No, è ideale anche per un’escursione in montagna. E che escursioni! L’ambiente vegetativo dell’Isola è ricchissimo e regala una flora e una fauna che lasciano senza parole e mozzano il fiato. Una sorta di eldorado per gli escursionisti incalliti, che possono lasciarsi ammaliare dal Monte Capanne, la vetta più alta dell’Elba.

È inoltre presente una cabinovia: se non volete camminare e preferite un’esperienza più leggera, nel periodo estivo è disponibile la partenza da Marciana, il borgo marittimo. In genere, sono disponibili numerose escursioni giornaliere all’Elba: Orto dei Semplici, la Piccola Miniera, la Gita a Pianosa, il Parco Minerario di Rio Marina. Esperienze uniche e che rimangono nel cuore.

Visitare i luoghi di Napoleone

Napoleone fu inviato in esilio proprio all’Isola d’Elba. Le sue tracce sono ancora oggi più vive che dei mai, anzi. L’esilio di Napoleone Bonaparte iniziò nel 1814: la Palazzina Mulini e la Villa San Martino sono due luoghi in cui andare alla ricerca della storia. Inoltre, fanno parte del Museo delle Residenze Napoleoniche. La Palazzina dei Mulini fu la sua residenza urbana, mentre la seconda la residenza di campagna.

In aggiunta, rappresentano un’occasione d’oro per riscoprire la biblioteca di Napoleone e anche le opere d’arte che aveva collezionato nel corso della sua vita. I luoghi culturali dell’Elba sono incredibilmente economici: il tour delle ville ha un costo di 10,00 euro a Portoferraio, capoluogo dell’isola.

Torna su