Come scegliere il vino per una cenetta romantica

Stai organizzando una serata speciale? Si tratta di un primo appuntamento o di un’occasione importante? Non basta saper cucinare bene, è importante anche scegliere con cura la tipologia di vino da servire. Mi è stato più volte chiesto come scegliere il vino per una cenetta romantica e avendo qualche anno di esperienza ho pensato di segnalarvi quelli che sono i miei trucchetti. Non esiste un vino preciso da scegliere, tutto dipende dalla tipologia del menù: ogni sorso deve infatti abbinarsi alla perfezione con ciò che serviamo a tavola. Le regole base dicono che il bianco va abbinato alle pietanze di pesce e quello rosso va invece in accoppiata con la carne. Per quanto riguarda i rosé invece sono consigliati in abbinamento a primi piatti, crostacei e formaggi con cui legano in modo equilibrato.

Il consiglio che invece vi voglio dare è partire puntando alla qualità più che alla quantità: meglio avere una sola bottiglia ma di pregio con cui gustare davvero la cena. Non siamo più adolescenti, serve la qualità dell’alcolico e non la quantità.

I vini migliori per una cena romantica

Come ho accennato precedentemente non è semplice indicare il vino giusto per una cena romantica perché tutto dipende chiaramente dalla particolarità delle portate ma posso svelarvi alcune tipologie che secondo me sono particolarmente versatili.

La prima regola importante da ricordare è di non proporre mai più di 3 vini differenti durante la stessa serata; è una cena non una degustazione di vino. Per brindare sono sicuramente adatti i vini della tipologia del prosecco, che poi si prestano anche ad accompagnare ricette di pesce. Per una cena romantica invece legata alla tradizione e con ricette a base di carne, salumi e formaggi ben venga un rosso importante, dolce e fermo. A seconda della regione però si trovano anche ottime varianti frizzanti gustose e non eccessivamente pesanti di gradazione.

I vini perfetti per un brindisi romantico

Arrivati al momento del dolce è il caso di cambiare categoria di vino e di sceglierne uno più adatto; le bollicine sono sempre perfette in abbinamento al dessert e sono apprezzate sia dagli uomini che dalle donne. Una scelta vincente può essere un buon prosecco o uno spumante, magari di produzione locale. In alternativa puoi concludere la serata con un buon vino passito, estremamente dolce.

Qualche consiglio in più

A casa mia il vino non manca mai, non solo nelle occasioni speciali, per questo motivo sono riuscita a raccogliere alcuni trucchi che oggi vi svelo per avere del vino di qualità e conservarlo nel modo adatto. Per prima cosa è importante sottolineare come il caldo e la luce siano i peggiori nemici per la bevanda alcolica; per questo motivo è meglio conservare le proprie bottiglie in un luogo asciutto che non abbia una temperatura superiore ai 15 gradi e inferiore ai 10. Attenzione poi al tempo di apertura: i vini più giovani, specialmente se rossi, hanno necessità di ossigenarsi per poter dare il proprio meglio, consiglio quindi in questo caso di stappare la bottiglia qualche ora prima.

Torna su